6 / Maggio / 2022

Banca della Marca: Bilancio 2021 con indici da record, nominato nuovo CdA

ORSAGO (TV), 3 MAGGIO 2022 –

L’assemblea dei Soci di Banca della Marca, istituto di credito cooperativo del Gruppo Iccrea con sede a Orsago (TV) e 48 filiali nelle province di Treviso, Venezia e Pordenone, ha approvato all’unanimità dei 1269 votanti il bilancio di esercizio 2021. Un bilancio da record per la BCC trevigiana, che evidenzia un netto miglioramento degli indici patrimoniali e un supporto prezioso alle famiglie e alle imprese del territorio, garantito durante tutto il biennio pandemico e ripagato dalla crescente fiducia da parte dei clienti e dalla partecipazione della base sociale. In crescita a 17,8 milioni di euro (+65%) anche gli utili.

 

In crescita i mutui ed i crediti a sostegno del territorio  - La banca presenta al 31 dicembre 2021 un attivo di bilancio di 3,9 miliardi di euro, contro i 3,4 miliardi di euro di dicembre 2020 (+15%). I crediti netti al territorio (famiglie, imprese) si attestano a 1,67 miliardi di euro, in aumento di 55 milioni (+3,5%) rispetto a fine 2020). In particolare, Banca della Marca ha registrato una netta crescita dei mutui residenziali: nel 2021 sono stati erogati nuovi mutui ipotecari per circa 132 milioni di euro, a fronte di circa 88 milioni di euro nel 2020.

 

Credito deteriorato ridotto di 235 milioni negli ultimi tre anni - In favore di una sempre maggiore solidità prospettica, Banca della Marca ha proseguito la sua strategia di riduzione degli stock di crediti deteriorati, che dal 2017 ha permesso di portare tali esposizioni dagli oltre 400 milioni ai 165 milioni di euro registrati a fine 2021. L’incidenza delle attività deteriorate sul totale dei crediti verso clientela è pari al 4,6%, con un’accresciuta copertura media dei crediti deteriorati salita al 52,8%. Al 31 dicembre 2021, i finanziamenti classificati in sofferenza si sono attestati a 44,6 milioni di euro, con un’incidenza sul totale dei crediti pari al 2,3%. Alla medesima data il livello di copertura si è attestato al 77%.

 

Raccolta in aumento di 491 milioni - Le masse complessivamente amministrate per conto della clientela – raccolta diretta, amministrata e risparmio gestito – ammontano a 4 miliardi di euro, in aumento di 491 milioni di euro rispetto al 2020 (+13%). Sul fronte della raccolta diretta, che ha raggiunto un volume prossimo ai 3 miliardi di euro, continua la crescita di Banca della Marca a tassi superiori alle medie di mercato, a conferma della grande fiducia che i risparmiatori ripongono nell’istituto: rispetto al 2020, l’incremento è stato di oltre 400 milioni (+ 17%), con lo stock di depositi che negli ultimi tre anni è cresciuto complessivamente di circa 860 milioni di euro (+42%). La raccolta indiretta, che sfiora quota 1,2 miliardi di euro, registra nel 2021 un aumento di 67 milioni di euro (+6%), derivanti in particolare dalla crescita del risparmio gestito per 111 milioni di euro (+13%), particolarmente sostenuta dal buon andamento dei fondi che registrano un incremento di 71 milioni di euro (+25%).

 

«Negli ultimi tre anni il nostro istituto ha rilevato tassi di incremento della raccolta superiori alle medie di mercato – commenta Loris Sonego, presidente di Banca della Marca, forte segnale della fiducia che Soci e Clienti ripongono sul nostro operato. Nel 2021 , pur con i vincoli imposti dalla pandemia, abbiamo svolto ogni attività a pieno regime, supportando l’economia locale ed erogando la totalità del credito a favore di famiglie e imprese del territorio. I risultati di bilancio incoraggiano la crescita della banca nel suo ruolo a sostegno di persone, famiglie e imprese e nel suo modello che dà valore al contatto umano nel rapporto con il cliente. Oggi l’istituto conta 48 filiali e 399 collaboratori: nei prossimi mesi, in controtendenza rispetto alla generale razionalizzazione degli sportelli, puntiamo ad aprire nuove filiali e ampliare la nostra squadra con nuove assunzioni».

 

Nuovo CdA, Sonego confermato presidente – Contestualmente all’approvazione del bilancio, è stato rinnovato l’intero Consiglio di Amministrazione di Banca della Marca. Alla guida dell’istituto dal 2019, Loris Sonego è stato confermato nel ruolo di presidente per il prossimo triennio. Gli altri componenti del CdA sono:  Antonio Bonotto, vicepresidente, Sonia Bettiol, Paolo Ceolin, Michele Dufur, Piero Marcolin, Gianpiero Michielin, Andrea Miotto, Amerino Rasera, Laura Soldà, Maurizio Valle.

_

Banca della Marca Credito Cooperativo è per dimensioni tra le prime BCC del Gruppo Bancario Iccrea. Con 125 anni di storia, rappresenta una banca moderna dal cuore antico, che persegue una politica di sviluppo a marcata vocazione locale attraverso attività economiche che supportino il tessuto imprenditoriale, sociale e culturale del Triveneto. L’istituto conta una base di 8900 soci ed è presente nelle province di Treviso, Venezia e Pordenone in 48 filiali in cui sono impiegate 389 persone. Grazie ad un dialogo continuo con la comunità, ad una grande conoscenza del territorio e delle sue esigenze e ad una professionalità che privilegia il rapporto umano e solidale, Banca della Marca è in grado di soddisfare, attraverso un ampio pacchetto di prodotti, anche innovativi, le richieste dei clienti privati, imprese o enti pubblici/associazioni.

Vedi il file

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su skype
Condividi su email
Chiudi il menu