29 Aprile 2021

Sostituzione infissi: no di ENEA al cambio di forma e dimensioni salvo eccezioni

Bonus fiscali

Lo scorso mercoledì 28 aprile 2021 le Commissioni riunite VIII (Ambiente, territorio e lavori pubblici) e X (Attività produttive, commercio e turismodella Camera dei Deputati hanno convocato in audizione rappresentanti dell’Agenzia delle entrate e dENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibilein merito all’applicazione del cosiddetto Superbonus 110%. 

L’ENEA ha ribadito che le spese per la sostituzione di finestre e infissi sono ammesse al Superbonus 110% o all’Ecobonus 50% solo se forma e dimensioni restano invariati. 

Tale regola, però, conosce le seguenti eccezioni: 

  • lo scostamento di dimensioni per ragioni tecniche non eludibili fino alla soglia del 2%; 
  • la modifica delle dimensioni del serramento derivante esclusivamente dal restringimento della bucatura esterna nel caso di contemporanea installazione di un cappotto termico esterno; 
  • la modifica delle dimensioni del serramento derivante esclusivamente dall’innalzamento del pavimento in caso di contestuale installazione dell’impianto radiante a pavimento; 
  • negli immobili soggetti ad interventi di demolizione e ricostruzione, ove si prescinde dalla forma e dalle dimensioni delle finestre e degli infissi originari. 

La presa di posizione di ENEA risulta coerente con quanto già affermato dal suo assistente virtuale Virgilio secondo cui “Come nell’ecobonus, l’intervento deve configurarsi come sostituzione di componenti già esistenti o di loro parti e non come nuova installazione. Non è necessario che la sostituzione riguardi tutti gli infissi. Gli infissi connessi alla modifica dimensionale o allo spostamento delle aperture, così come alla realizzazione di nuovi vani di porta o finestra, sono esclusi dall’agevolazione, tranne nel caso di interventi di demolizione e ricostruzione. Riteniamo che, rispetto alle dimensioni originarie, possa essere tollerato uno scostamento molto contenuto (nell’ordine del 2%) derivante da ragioni tecniche non eludibili. Nel caso di contemporanea installazione dell’isolamento termico esterno (“cappotto termico”) si possono modificare le dimensioni del serramento esclusivamente in relazione al restringimento della bucatura esterna. Analogamente, nel caso di contemporanea installazione di impianto radiante a pavimento, si possono modificare le dimensioni del serramento esclusivamente in relazione all’innalzamento della quota di calpestio”. 

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su skype
Condividi su email
Chiudi il menu