29 Ottobre 2021

Legge di Bilancio 2022: superbonus 110% fino al 2023 e stop a sconto in fattura e cessione per le altre detrazioni fiscali. Le novità del DDL

Bonus fiscali

Il 28 ottobre 2021 il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge di bilancio per il 2022.

A seduta ancora in corso, è stato divulgato attraverso la stampa un documento che contiene una bozza di articolato che, verosimilmente, corrisponde al testo approvato dal Governo e sul quale si dovrebbe basare la proposta che sarà presentata alle Camere.

Il documento contiene una previsione in tema di Superbonus e di incentivi fiscali all’edilizia, che dà corpo alle voci, diffusesi nelle scorse settimane, della volontà del Governo di prorogare il Superbonus 110% fino al 2023, e di rivederne i meccanismi a decorrere dal 2024.

L'art. 121 del d.l. 34/2020, relativa allo sconto in fattura ed alla cessione del credito, viene modificata soltanto nel comma 7-bis. Il testo modificato così dovrebbe recitare:

"Le disposizioni del presente articolo si applicano anche ai soggetti che sostengono, dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2025, spese per gli interventi individuati dall'articolo 119". Viene così meno il meccanismo dello sconto in fattura e della cessione del credito per Bonus Ristrutturazioni e Bonus Facciate; mentre lo sconto in fattura per l'Ecobonus ed il Sismabonus "ordinario" tornerà possibile alle condizioni previste, rispettivamente, dall'art. 14, co. 3.1 e dall'art. 16, co. 1-octies del d.l. n. 63/2013.

Riportiamo di seguito i contenuti più rilevanti del documento in relazione alla proroga degli incentivi fiscali.

  1. Proroga del Superbonus 110% fino al 30 giugno 2023 per gli interventi realizzati dagli IACP e dalle Cooperative a proprietà indivisa. Per gli interventi per i quali alla data del 30 giugno 2023 siano stati effettuati lavori per almeno il 60 per cento dell'intervento complessivo, la detrazione del 110 per cento spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023;
  2. Proroga al 30 giugno 2022 per il superbonus per l'installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici (art. 119, co. 5 d.l. 34/2020);
  3. Proroga al 31 dicembre 2022 del Superbonus 110% per gli interventi realizzati dalle persone fisiche su unità immobiliari unifamiliari, a condizione che la CILAS o la richiesta di titolo edilizio siano stati depositati entro il 30 settembre 2021. Questo limite non opera nel caso di interventi realizzati su immobili destinati a prima casa di abitazione da persone fisiche con ISEE inferiore a 25.000 annui;
  4. Proroga del Superbonus 110% per gli interventi realizzati su condomini o unità plurifamiliari a proprietà indivisa fino al 31 dicembre 2023. Per le spese sostenute nel 2024 e nel 2025 le aliquote delle detrazioni saranno ridotte, rispettivamente, al 70% ed al 65%;
  5. Per la valutazione sulla congruità dei prezzi, oltre ai Listini regionali e DEI, si potrà fare riferimento ad una tabella approvata dal Ministro dello Sviluppo Economico;
  6. Proroga dei benefici dello “sconto in fattura” e della “cessione del credito” fino al 2025limitatamente alle spese rientranti nel Superbonus 110%. Non saranno più cedibili i crediti fiscali derivanti dall'applicazione di altre detrazioni fiscali come Bonus ristrutturazioni e Bonus Facciate;
  7. Proroga dell’ecobonus “ordinario” fino al 31 dicembre 2024 (art. 14, co. 1, co. 2, lett. a), b) b-bis), co. 2-quater d.l. n. 63/2013);
  8. Proroga del Bonus ristrutturazioni con aliquota al 50% fino a 96.000 euro (art. 16, co. 1 d.l. 63/2013)
  9. Proroga del Sismabonus “ordinario” fino al 31 dicembre 2024. Nessuna proroga per il Sisma-bonus “Acquisti” al di fuori dei casi in cui non si applica il Superbonus 110% (art. 16, 1-bis, 1-ter d.l. 63/2013);
  10. Proroga del “bonus giardini” e “bonus verde” fino al 31 dicembre 2024 (art. 1, co. 12, l. n. 205/2017);
  11. Proroga del “bonus mobili” fino al 31 dicembre 2024, con massimale di spesa ridotto a 5.000 euro (art. 16, co. 2 d.l. 63/2013). Aggiornate le classi energetiche in dipendenza delle modifiche entrate in vigore alla classificazione dei consumi a partire da quest'anno;
  12. Proroga del bonus facciate fino al 31 dicembre 2022, con riduzione dell’aliquota al 60% (art. 1, co. 219, l. n. 160/2019).

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su skype
Condividi su email
Chiudi il menu